dalla finestra

INIZIATIVA GIORNATA MONDIALE PER I DIRITTI UMANI: 14.12.2014 “SALUTE E DIRITTI UMANI” con Gianni Tognoni

, in

In occasione della giornata mondiale dei Diritti Umani del 10 dicembre 2014, vi invitiamo all’incontro organizzato da Dialogues africa@europa.it  sul tema  SALUTE E DIRITTI UMANI con Gianni Tognoni domenica 14 NOVEMBRE 2014 | ore 16 – 18 presso il Monastero degli Stimmatini di SezanoVia Mezzomonte 28 | Verona …»

BEAUX VISAGES AFRICAINS

L’AFRICA RICORDA A DICEMBRE ….VOLTI E FATTI

, in

Come ogni mese dell’anno, anche in quest’ultimo del 2014, l’Africa e le sue innumerevoli popolazioni pur essendo afflitte da molti problemi, ricordano alcune ricorrenze. E’ quella tenera e umile Africa che nonostante tutto ripone la sua speranza per un presente rinnovato e un futuro migliore nella Memoria. E noi ci uniamo a lei. …»

Mandela e il piccolo africano

UN ANNO SENZA NELSON MANDELA, IL MADIBA, IL SAGGIO.(05.12.2013)

, in

Un anno fa, esattamente la notte di giovedi’ 5 dicembre 2013, il Madiba, il saggio africano Nelson Mandela ci salutava. Passava come dice la tradizione africana, sull’altra sponda del fiume, nella Comunità dei Viventi Invisibili, nel mondo degli spiriti e degli Antenati. Aveva solo 95 anni. Era la pianta del Baobab sotto la quale trova rifugio ogni cosa e ogni persona qualsiasi. …»

IL MIO AMICO SAGGIO DI OUIDAH LEO DOMINGO DA JEAN-PIERRE PIESSOU

GLI APPELLATIVI DEL SAGGIO/SAPIENTE NELLA CULTURA AFRICANA (AFRIQUE NOIRE)

, in

Nella mia cultura africana ci sono tantissimi nomi. Addirittura una persona puo’ avere una decina di nomi dati dai membri della sua comunità. Nomi con importanti significati riferiti a fatti della famiglia e alla comunità, oppure semplicemente che costituiscono degli auspici o ad auguri al neonato e alla sua famiglia/Comunità. …»

MASQUE ETHNO

FORMAZIONE: 30 NOVEMBRE 2014, ORE 15.30 A SEZANO (VERONA): IL CICLO DELLA VITA NELLA CULTURA AFRICANA

, in

Nell’ambito della descrizione e narrazione della Weltanschaung della Cultura dell’Africa Nera, dopo la presentazione dei quadri generali e specifici dei ruoli dell’Anziano, del Saggio e dell’Antenato a settembre e ottobre, oggi il 30 Novembre 2014 dalle 15.30 noi parliamo del CICLO DELLA VITA (dal concepimento alla morte/ritorno dagli Antenati). Nella cultura africana naturalmente. …»

Alba a pendjari Benin e Burkina-Faso da Daniele Verzini

IN MEMORIA DEI 7 MONACI FRANCESI DI TIBIHIRINE ASSASSINATI (ALGERIA MARZO 1996)

, in

Nella notte tra il 26 e il 27 marzo 1996 furono rapiti a Medea in Algeria 7 monaci  francesi dal gruppo islamico armato che ne rivendico’ il rapimento un mese dopo. Purtroppo  le teste di questi monaci furono trovate mozzate, mentre speravamo nella loro felice liberazione. Furono stati decapitati dai fanatici. Vorremmo ricordare la loro Memoria con i loro nomi: Si tratta di frères Christian de Cherge, Luc Dochier, Paul Favre Miville, Michel Fleury, Christophe Lebreton, Bruno Lemarchand e Célestin Ringeard. Con loro ricordiamo anche Hervé Gourdel, la guida escursionista francese decapitato dai jihadisti circa un mese fa in Algeria. …»

afrique au bénin

L’ultima lettera-testamento di Patrice Lumumba a Pauline sua compagna

, in

Il 17 gennaio 1961 moriva assassinato a Katanga in Congo Léopoldville Patrice Emery Lumumba, uno dei grandi padri dell’indipendenza africana e simbolo del Panafricanismo. Quest’anno ricorrono i 50 anni dalla sua “morte”. …»

memoire illustres africains

Il Ricordo dei nostri illustri maestri africani: Patrice Emery Lumumba(+1961), Hamadou Hampate Ba(+1991), Léopold Sédar Senghor (+2001)

, in

“…Les morts ne sont pas morts, ils sont dans l’arbre qui frémit et dans le fleuve qui s’écoule; ils sont dans la Demeure. Les morts ne sont jamais partis. Les morts ne sont pas morts..” Birago Diop, les souffles. In questo periodo l’anno scorso l’Africa festeggiava i suoi primi 50 anni d’indipendenza. Nel 1960 appunto ad eccezione della Guinea-Conakry  di Ahmed Sékou Touré (1956) e del Ghana di Kwame N’krumah (1957), un gruppo piuttosto cospicuo dei paesi africani usciva dal gioco coloniale. Divennero ufficialmente indipendenti. Quella dell’indipendenza è una delle pagine africane che merita un maggior approfondimento e una accurata riflessione, “inshallah”, lo faremo in questo nostro sito al momento opportuno. …»

maschera cerimoniale

La concezione della morte nella cultura africana e il dramma di Lampedusa (la dolorosa morte degli immigrati africani)

, in

Ho pensato di fare una breve riflessione sul senso e il significato della morte nella cultura africana prendendo spunti da quello che sta succedendo nel Mediterraneo in questi anni e in questi giorni: La terribile morte dei miei connazionali dell’Africa subsahariana. Ma la Morte per un africano cos’è? …»

jomo kenyatta 2

Breve ricordo: 22 agosto 1978 moriva a Mombasa Jomo Kenyatta “Padre dell’indipendenza e del Kenya moderno”

, in

Jomo Kenyatta che viene chiamato “Lancia infuocata” e “Mazee” che significa il Vecchio, ovvero il Saggio. Un po’ prima dell’indipendenza del suo paese il Kenya Jomo Kenyatta dichiara: “Noi guardiamo al giorno in cui il mondo vedrà che siamo veri leaders africani e amanti della Pace”. …»

visage africain

Con lo sguardo afroeuropeo e non solo

, in

 Dal 11 al 27 paesi in pochissimi anni. Gli ultimi paesi accolti nell’Unione Europea sono la Romania e la Bulgaria. Paesi che un po’ piu’ di dieci anni fa erano collocati nel blocco sovietico, facevano parte dell’ ’URSS (Unione delle Repubbliche Socialisti e Sovietiche), e ora sono membri rispettabili dell’Unione Europea. …»

thomas sankara

Thomas Sankara (Burkina-Faso 1949-1987), le profezie di un presidente rivoluzionario e l’attualità africana a 50 anni dell’indipendenza

, in

Avevo quasi 19 anni quando il 15 ottobre 1987 è stato assassinato Thomas Sankara, il giovane presidente coraggioso, creativo e combattivo (Président avec trois “C” come oso chiamarlo) della “Haute Volta” che diventerà con lui stesso Burkina-Faso (paese degli uomini integri e puri). Il ricordo di quel brutto evento mi ha molto segnato. …»

dissidenti iraniani nel 2011

La forza e il potere della dissidenza: L’ESULE (di Nemät Mirzazadeh, poeta esule iraniano)

, in

Come ogni sera, prima di coricarmi leggo due righe di qualche cosa su cui il mio pensiero e la mia mente, la mia persona insomma hanno viaggiato durante la giornata. Ieri sera in questa località di mare che è Poveromo, nei pressi di Maria di Massa e di Forte dei Marmi in Toscana dove passo un breve momento di vacanza con la mia comunità, la mia famiglia, mi è capitato tra le mani, questo umile ed elegante  scritto (trovato nei miei vecchi appunti di scrittura) ,l’ESULE del poeta esule iraniano Nemät Mirzazadeh. …»

helder camara

Dom Helder Pessoa Camara (1909-1999):”quando dò da mangiare a un povero, tutti mi chiamano santo. Ma quando chiedo perché i poveri non hanno cibo, allora tutti mi chiamano comunista…”

, in

Dom Helder Pessoa Camara, il vescovo di Recife se ne è andato il 27 agosto 1999, all’età di 90 anni. La madre-Terra gli sia leggera e tenera come si dice nella mia cultura! Dom Helder ha passato tutta la sua vita accanto  e con i poveri, dialogando sia con  i ricchi dei grattacieli che con i poveri, non abbienti delle  favelas brasiliane. …»

vittorio arrigoni

Il ricordo di VITTORIO ARRIGONI con il suo epitaffio“UN VINCITORE E’ UN SOGNATORE CHE NON SI E’ MAI ARRESO”(Nelson Mandela)

, in

Oggi è il 14 aprile. Esattamente un anno fa moriva ucciso nel territorio occupato di Gaza in Palestina il nostro giovane amico e connazionale Vittorio Arrigoni di anni 36. L’annuncio dell’assassinio di questo giovane militante libero e democratico e progressista, attivista convinto dei dirittu dei poveri e degli oppressi in Palestina ci ha profondamente sconvolto. Era il 14 aprile 2011. …»

l' africa in volo

GRAZIE DI IERI!

, in

 La parola “Grazie di ieri” è una delle prime regole di vita che i genitori, specialmente la madre insegna al suo figlio/a. In essa è racchiuso un grande atto esistenziale: La riconoscenza, la gratitudine. …»

il magistrato giovanni falcone

il poema di Birago Diop (poeta senegalese) dedicato ai nostri antenati della legalità: Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e ai loro agenti di scorta…(uccisi dalla mafia il 23.V.1992)

, in

Oggi 23 maggio 2012. Sono passati esattamente 20 anni da quando un attentato omicida e barbaro ha tolto di mezzo sull’autostrada nei pressi di Capaci (Palermo) i volti dei nostri concittadini il giudice/magistrato Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i loro agenti di scorta Antonio Montinaro, Rocco di Cillo e Vitto Schifani. Almeno la madre terra vi sia leggera e tenera., a voi e alla piccola Melissa Bassi (vostra discepola +2012)… …»

ousmane

Non un addio, ma un arrivederci Ousmane Mahmoud Mohamed, amico richiedente asilo!

, in

L’amico e fratello Ousmane Mahmoud Mohamed  chiamato “Rasta“se ne è andato lo scorso giovedi’ 21 giugno. E’ passato sull’altra sponda del fiume all’età di 25 anni circa. Ousmane è un richiedente asilo politico d’origine della Costa d’Avorio giunto a Verona da Tripoli (Libia) via Lampedusa. Ousmane è morto cadendo dal suo materasso sgonfiato nell’acqua del lago presso Torri del Benaco il giovedi’ 21.06.2012. …»

enzo con gallo 4

La nostra indimenticabile serata del 2010 con don Andrea Gallo

, in

Non è solo un ricordo la serata che abbiamo vissuto in compagnia di don Andrea Gallo a Verona. E’ vivissima revisitazione di un incontro che difficilmente dimenticheremo per diversi motivi. Innazittutto è stato un momento di formazione alla gioia dello stare insieme con una persona rara, speciale per umanità, fede e sopratutto per senso di appartenenza alle persone. Così è stato e rimane per noi  don Andrea Gallo che abbiamo abbracciato in occasione della sua visita a Verona il venerdì 16 aprile 2010. …»

Ubuntu con pugno chiuso dentro la prospettiva

UBUNTU, L’ARTE DELLO STARE IN PIEDI TUTTI INSIEME

, in

 E’ con Ubuntu, l’arte  dello stare tutti insieme in piedi che abbiamo concluso il nostro incontro dello scorso sabato 21 luglio presso il monastero del Bene comune di Sezano (Verona) con l’ambasciatrice del Sudafrica la cordialissima dott.ssa Mtintso Ethel Thenjiwe. Ma allora che vuole dire “Stare tutti insieme”? e per quale motivo? Prima di tutto è già importante accorgersi che Ubuntu è una sorta del nostro destino comune perché è quello che dà il fiato, il respiro a noi e ad ogni creato della madre-natura.

 

…»

bimbi africani con la radiolina

Quando la felicità arriva in bicicletta e con la radiolina all’impoverito africano !

, in

Mentre leggo in questi giorni diversi scritti e riflessioni di autorevoli pensatori europei come quelli dei nostri due studiosi/cultori della materia (economia e società) Riccardo Petrella e Bruno Amoroso, la mia mente ritorna continuamente in Africa, verso la mia gente. Credo che questo ritorno della mia persona alle mie radici sia quasi a richiamarmi ad una analisi piu’ attenta a questi concetti stringenti della povertà,  non tanto per piangere sul latte versato, quanto per riuscire a capire se nella mia Africa degli impoveriti possiamo ancora parlare della felicità e del sorriso. …»

cardinal martini il lungimirante

L’ultima intervista l’08 agosto 2012 al cardinale Carlo Maria Martini: “Io consiglio al Papa e ai vescovi di cercare dodici persone fuori dalle righe per i posti direzionali. Uomini che siano vicini ai più poveri e che siano circondati da giovani e che sperimentino cose nuove. Abbiamo bisogno del confronto con uomini che ardono in modo che lo spirito possa diffondersi ovunque».

, in

Noi ringraziamo l’amico e il fratello Bruno Fini che ci ha inviato poche ore fa la commovente ed intensa intervista rilasciata dal Cardinal Carlo Maria Martini lo scorso 08 agosto a Gerusalemme quindi poche settimane prima del suo passaggio “sull’altra sponda del fiume” come dice la tradizine culturale africana, all’incontro cioè con i nostri Antenati, i Saggi e i Giusti delle culture e delle tradizioni dei popoli lo scorso venerdi’ 31 agosto 2012. …»

VITO MANCUSO FILOSOFO E TEOLOGO

Una serata molto bella al Centro Ernesto Balducci con Vito Mancuso (filosofo e teologo)

, in

Nel proseguo del convegno sull’uomo planetario al Centro Ernesto Balducci di Zugliano (Udine) questo venerdi’ 28 settembre 2012 ho vissuto un bellisimo momento d’incontro con Vito Mancuso, filosofo e teologo. E’ stato quando quasi a metà del suo appassionato intervento sulla teologia e le teologie dichiara con un affascinante senso di libertà che occorra  varcare finalmente la soglia  della dimensione della cristologia puramente storica per giungere a quella cosmologica o cosmica. …»

wole soyinka

Wole Soyinka: « l’Africa che sogno…anche se siete uccelli migratori, dovete assorbire a tutto cio’ che la società italiana vi offre di buono. Imparate la dialettica democratica e lottare per i vostri diritti in Italia vi prepara ad essere domani araldi della democrazia e dei diritti dell’Uomo nelle vostre nazioni”.

, in

 « l’Africa che sogno…anche se siete uccelli migratori, dovete assorbire a tutto cio’ che la società italiana vi offre di buono. Imparate la dialettica democratica e lottare per i vostri diritti in Italia vi prepara ad essere domani araldi della democrazia e dei diritti dell’Uomo nelle vostre nazioni”.In questi giorni è in atto un forte dibattito sull’opportunità o non dell’assegnazione del premio Nobel per la letteratura allo scrittore cinese Mo Yan che sarebbe pro regime del governo di Pechino. …»

ken saro-wiwa

Memoria: Ken Saro-Wiwa, poeta e scrittore nigeriano muore impiccato il 9 novembre 1995

, in

Oggi come 17 anni fa fu impiccato ad Abuja in Nigeria lo scrittore e poeta nigeriano Ken Saro-Wiwa dal regime del dittatore sanguinario nigeriano Sani Abasha e con la reale complicità della compagnia pèetrolifero anglo-olandese la Shell. Ken Saro-Wiwa che insieme ad altri 8 personalità intellettuali nigeriane appartenenti al movimento del popolo Ogoni del Delta del Niger Mosop fu arrestato con altri compagni per la loro forte opposizione al maltrattamento del governo sanguinario di Abasha nei confronti delle popolazioni del Delta del Niger e in particolare del Popolo Ogoni. …»

Hoda chaaraoui pacha

Un breve ritratto di Hoda Chaaraoui Pacha e delle altre femministe egiziane

, in

In questi giorni con l’intensificarsi delle manifestazioni delle popolazioni in piazza Tahrir al Cairo, ho cercato non solo di seguire il susseguirsi degli eventi, i discorsi dei leaders egiziani, del presidente democraticamente eletto (del movimento dei fratelli musulmani) e anche dello scienziato nucleare prof, Mohammed El Baradei (ex dirigente dell’Agenzia Onu dei sistemi nucleari), ora capo dell’opposizione, ma di documentarmi un po’ al meglio. …»

la scrittrice indiana Arundhati Roy

Vicini alle donne indiane vittime di violenze con la voce della scrittrice Arundhati Roy: “Se perdi i tuoi sogni, perderai la testa”

, in

La violenza contro le donne nel mondo e in particolare modo in Italia dove le vittime  donne (uccise da coloro che dicevano di amare) nel 2012 erano piu’ di 120 e in India dove ogni minuto si conta una vittima donna stuprata, violentata e vituperata è la misura della degradazione della nostra umanità. Il volto autentico dell’Esistenza è femminile.  Il sottoscritto che vi scrive queste righe proviene da una famiglia matriarcale dove giocano il ruolo di primo piano nelle scelte decisionali le donne. Le mogli e le zie. Sono loro ad avere l’ultima parola in ogni scelta determinante. Tanto che da noi si dice che dove soffre, piange e muore una donna, soffre, piange e muore la Vita. La speranza. …»

martin luther king

A lezione dalla signora Rosa Parks, Martin Luther King, Jesse Owens, Nelson Mandela. Frederik de Klerk per opporsi al razzismo e all’apartheid negli stadi e nella società.

, in

Sono due  i fatti accaduti poche ore l’uno dall’altro all’inizio di questo nuovo anno che mi preoccupano e con me tanta gente: La miopia della tifoseria degli stadi che continuano a sbeffeggiare i giocatori neri (non di colore, siamo autenticamente neri) che militano con grande capacità e professionalità nelle squadre italiane e la proposta del consigliere comunale di Trapani, Vassallo di  predisporre degli autubus solo per i neri. …»

una classe di scuola africana

Corso di formazione sulla Cultura africana:15.02.2013 ore 20.30 a PROVA DI SAN BONIFACIO (VR)

, in

Un corso gratuito per incontrare le altre culture. E l’idea lanciata dal dottor Franco Abela e dal Gruppo Missionario di Prova, tesa a coinvolgere quanti -persone e associazioni- sono interessati ad approfondire il tema mediante la partecipazione ad una serie di incontri interculturali in programma a Prova di San Bonifacio. Idea che sarà spiegata e lanciata durante un incontro pubblico in programma venerdì 15 febbraio 2013 alle ore 20,30 presso il Centro parrocchiale di Prova di San Bonifacio (Verona) …»

Julius Nyerere e il suo amico Nelson Mandela

Nyerere, il maestro, Vita e utopie di un padre dell’Africa, cristiano e socialista (di Silvia C. Turrin Giornalista, collabora con varie riviste, tra cui “Amadeus”, e si occupa anche di editing),

, in

Sono felice di annunciare l’uscita di questo libro, che mi ha permesso di approfondire meglio la figura – poco conosciuta in Italia – di un uomo politico di alto profilo, con un’etica, una morale e una coerenza che pochi statisti al mondo possono vantare. Qualità sempre più rare. Basti dire che Nyerere non ha mai ceduto ai ricatti delle grandi potenze occidentali durante la Guerra Fredda, difendendo sempre la DIGNITÀ del suo popolo e combattendo in modo pacifico le politiche neo-liberiste della Banca Mondiale e del FMI.In lui, l’ala più autentica del socialismo africano e lo spirito di fratellanza cristiano hanno convissuto lasciando un’enorme eredità da ri-scoprire… …»

Francis Bebey con la sua sanza classica

IO CREDO NELL’AFRICA

, in

Lo scorso venerdi’ 15 febbraio durante una delle mie lezioni sui fondamentali della Cultura africana a San Bonifacio/Verona ad un gruppo di persone tra i quali degli  africanisti ed intellettuali, italiani per la maggior parte, qualcuno mi ha fatto notare che i valori di vita e gli insegnamenti preziosi trasmessosi dai nostri Antenati e dagli Anziani e dalle nostre Venerabili madri e padri che ebbi l’occasione di illustrare, lui non li aveva notato durante il suo soggiorno in Africa. …»

donna africana

L’8 marzo, Giornata della nostra femminilità, prezioso dono ricevuto dalla nostra madre e dalle nostre donne!

, in

Oggi è l’08 marzo e come ogni anno tutti si precipitano a celebrare questa importante giornata dedicata alla Donna. Le persone, soprattutto gli uomini corrono dai fioristi per comprare delle mimose da offrire alle loro donne. Tutto questo mi rattrista, perché è diventata una celebrazione rituale senza l’anima e senza la commossione, l’emozione, la gentilezza e la naturalezza del celebrante e del “tempio di culto”. Mi rattrista prima di tutto pensare che in quest’ultimi 12 mesi, anche in Italia (piu’ di 13o donne uccise) migliaia di donne sono state uccise dagli uomini e dal silenzio della società maschilista e machista. Una società che deve essere rifondata e ricostruita attraverso la presa di coscienza collettiva ed individuale e attraverso la riconciliazione del singolo e del gruppo con se stesso e con la grande Madre-Natura che è Femminile. …»

giuramento di mandela il 10 maggio 1994

DISCOURS D’INVESTITURE DE NELSON MANDELA LE 10 MAI 1994 (discorso di investitura di Mandela, 10 maggio 1994)

, in

In questi giorni di inizio stagione di primavera in cui tutto sembra cambiare velocemente a partire dalla designazione del vescovo di Roma, il Papa argentino francesco che non finisce di stupire con parole e gesti concreti bellissimi, ho ripreso in mano il discorso di investura di Nelson Mandela pronunciato il 10 maggio 1994. Mandela che tutt’ora rimane uno degli uomini piu’ sapienti e piu’ lungimiranti della storia contemporanea. …»

Chinua Achebe

Odabo’* a Chinua Achebe, scrittore e poeta narratore africano (1930-2013) passato sull’altra sponda del fiume con gli antenati il 21 marzo: ” Anche l’uomo bianco era suo fratello, perché erano tutti figli di dio. E parlo’ di questo nuovo dio, il creatore del mondo intero e di tutti gli uomini e le donne ….”

, in

Ho imparato a leggere gli scritti di Chinua Achebe come Things fall apart,  in francese Le monde s’effondre, il crollo, a casa con l’aiuto del mio padre Jean-Marie Tossa, poliglotta africano, animista e appassionato lettore. Non era uno scrittore, ma un narratore. Un griot si direbbe. Sapeva leggere e scrivere dei racconti e soprattutto delle lettere per le persone. Era lo scriba del mio villaggio. E’ stato soprattutto tramite lui che ho imparato a conoscere e ad apprezzare interiorizzandoli, molti autori africani degli anni della prima diaspora africana, cioè del periodo della Négritude e della decolonizzazione come Albert Chinua Achebe che ne se ne è andato il 21 marzo… …»

Cécile Kyenge Kashetu

Goodnews: Auguri all’amica Cécile Kyenge Kashetu della rete Redani*, ministro dell’Integrazione dellea Repubblica italiana.

, in

Finalmente è arrivata una buona notizia: La nomina a ministro della nostra amica, Cécile Kyenge membro nonché cofondatrice  della nostra Rete della Diaspora Africana Nera, la REDANI composta da intellettuali, artisti, professionisti ed studenti africani in Italia. Cécile è per noi della Rete una grande locomotiva che riesce ad analizzare  delle situazioni complesse  di inclusione mancata per noi cittadini immigrati. Ora Cécile è  ministro. E’ la prima volta nella storia italiana che una persona d’origine africana viene nominata ministro della Repubblica. Un grande passo verso il cambiamento.   …»

césaire-senghor-l.gontran-damas

PARLAMI DELLA NEGRITUDE: 07.06.2013 – PROVA DI SAN BONIFACIO (VR) – « GLI AUTORI DEL MOVIMENTO CULTURALE, LA NEGRITUDE, L. S. SENGHOR, AIME’ CESAIRE E LEON GONTRAN-DAMAS E …ALTRO ANCORA

, in

07.06.2013 – PROVA DI SAN BONIFACIO (VR) – «RACCONTI DI OGGI: LA NEGRITUDE, GLI STORICI E IL POETA KEN SARO-WIWA» + CENA NIGERIANA  Prosegue al Centro parrocchiale di Prova di San Bonifacio (Vr) il ciclo di incontri organizzato dal Gruppo Missionario di Prova. …»

MONUMENTO A JAN PALACH

QUANDO LE PIAZZE DI TASKIM, DI TAHRIR E TUTTE LE ALTRE PIAZZE DI PRIMAVERA DEMOCRATICA CI RICORDANO ALMENO DUE EROI GIOVANI JAN PALACH (PRAGA 1969) E MOHAMED BOUAZZIZI (TUNISI 2011)

, in

Da una settimana circa c’è un’altra piazza del mondo dove migliaia di gente di ogni estrazione sociale, etnia, fede religiosa, appartenenza  partitica o politica, giovani, donne, anziani, uomini si ritrovano per manifestare a grande voce la loro indignazione contro la dittatura, il sopruso, l’oligarchia e per chiedere la LIBERTA’ : E’ la piazza Taskim di Istanbul, Turchia. …»

il papa a lampedusa con un bimbo in braccio

LO STORICO VIAGGIO DI OGGI DEL PAPA FRANCESCO A LAMPEDUSA CI RICORDA QUELLO DI GIOVANNI PAOLO II A L’ILE DE GOREE (SENEGAL, 22.02.1992):ANCORA GRAZIE AD ENTRAMBI, CAMPIONI DI UMANITA’!!

, in

Quello che è avvenuto oggi, questa mattina, cioè il viaggio storico del nuovo Papa Francesco “il venuto dalla fine del mondo”, Argentina a Lampedusa è da ascrivere senza dubbio negli anni della storia. Rimarrà memorabile, come quello che compie il suo predecessore Giovanni Paolo II nel lontano 22 febbraio 1992 all’Isola della Gorée in Senegal, uno  dei luoghi simboli dopo furono deportati milioni di sorelle e fratelli africani da parte dei negrieri europei con la complicità di capi locali. Gli schiavi africani dell’orrendo mercato triangolare tra l’Africa, le Americhe e l’Europa. …»

sbarchi a lampedusa

OMELIA DEL PAPA FRANCESCO Campo sportivo “Arena” in Località Salina (Lampedusa) Lunedì, 8 luglio 2013

, in

Ringrazio don Giuseppe Mirandola, direttore del Centro Pastorale Migranti di Verona per averci inviata l’omelia pronunciata lo scorso lunedì 8 luglio dal Papa Francesco durante la sua storica visita a Lampedusa. Un omelia che è anche una intensa riflessione su uno dei piu’ grandi drammi del nostro tempo. Mi permetto anch’io di divulgarla alle nostre lettrici e lettori che di sicuro la apprezzano. …»

saint-albert-le-grand

Appel depuis des compatriotes depuis Canada: Soutien au Frère Michel à Gagnoa: “Chers anciens du Collège Saint-Albert le Grand, Ottawa, le 29 juin 2013 “

, in

Chers anciens du Collège Saint-Albert le Grand,  La présente lettre vous est envoyée à l’initiative de Marcellin Banka, Edoé Djimitri Agbodjan et Atsu Dieudonné, tous anciens du CSA résidants au Canada. Nous avons eu l’honneur de rencontrer le Frère Michel Perron en 2012 lors de ses préparatifs pour sa nouvelle mission à Gagnoa, en Côte d’Ivoire. Les efforts qu’il déployait et qu’il continue de déployer pour faire de cette mission une réussite nous avaient interpellé. …»

Nelson Mandela e ciascuno di noi

HAPPY BIRTHDAY BABA NELSON MANDELA (18.07.1918…).NKOSI SIKELEL’IAFRIKA (DIO BENEDICA L’AFRICA).RITORNARE ALLA SUA FORZA PER SCONFIGGERE I RAZZISTI E I VIOLENTI.

, in

Il grande campione della lotta contro le discriminazioni razziali, contro il razzismo, contro le ingiustizie sociali, Nelson Madiba Mandela compie 95 anni oggi il 18 luglio 2013. Egli è nato il 18 luglio 1918 nel villaggio di Qunu in Sudafrica. …»

bianco e nero e rosa di abbraccio

Chi si basa sul colore della pelle o sui tratti del viso per valutare le persone dimostra solo la sua piccolezza (Maria Rosa Bellorio, Castel d’Azzano, Verona)

, in

Ho vissuto in Congo quando ancora si chiamava Zaire, ho conosciuto tante donne,tante persone di ogni ceto che mi hanno dato più di quanto io possa aver dato loro in assistenza sanitaria. Chi si basa sul colore della pelle o sui tratti del viso per valutare le persone dimostra solo la sua piccolezza, la sua insensibilità, la sua paura verso “l’altro” …»

visione nuova in arcobaleno

Abbiamo davvero bisogno di una visione nuova … (Donatella Trainello, Centro di Documentazione Polesano, Badia Polesine, Ro)

, in

Condivido in pieno i contenuti della lettera che si riferisce a tante verità e solo una profonda ignoranza permette di offendere persone, qualunque persona, ma soprattutto quelle che sono “alte” e delle quali c’è tanto bisogno proprio per elevare il livello della nostra politica. Abbiamo davvero bisogno di una visione nuova, abbiamo bisogno che qualcuno che non ha i piedi nella nostra storia melmosa ci aiuti a venirne fuori con iniettando un modo nuovo di affrontare i problemi. perciò benvenuti e grazie.

 Donatella Trainello, Centro di Documentazione Polesano, Badia Polesine (Ro).

Africa e Premi Nobel

IL SUDAFRICA, PAESE DA NOVE PREMI NOBEL…

, in

Il Sudafrica il gigante che in questi ultimi anni fà parlare di sé non piu’come di un paese in via di sviluppo (en voie de developpement), ma di una nazione superemergente alla pari della Cina, del Brasile, dell’India, della Russia con i quali tra l’altro è in stretta alleanza economica, la cosiddetta BRICS, è anche una nazione di nove Premi Nobel. …»

VOLTI DONNE UCCISE DAGLI UOMINI VIOLENTI

IN MEMORIA DELLE NOSTRE DONNE UCCISE DAGLI UOMINI. ANNOTARE NEL TACCUINO: “DOVE MUORE LA DONNA, MUORE L’UMANITA’ TUTTA INTERA” (detto yoruba-fon, Africa).

, in

 Con le parole del filososo esistenzialista francese André Gorz vorrei iniziare a  commemorare le Donne Uccise dalla violenza e dall’arroganza degli uomini: “Recentemente mi sono innamorato di te un ‘altra volta e porto di nuovo in me un vuoto divorante che solo il tuo corpo stretto contro il mio riempie Spio il tuo respiro, la mia mano ti sfiora. Ciascuno di noi vorrebbe non dover sopravvivere alla morte dell’altro. Ci siamo spesso detti che se, per assurdo avessimo una seconda vita, vorremmo trascorrerla insieme.” …»

il risveglio dell'Africa

Ai fuggiaschi dall’Africa verso le coste italiane : Je me suis réveillé (Mi sono risvegliato ) di Léopold Sédar Senghor (1906-2001).

, in

E’ da un po’ di tempo che nel vedere le immagini piuttosto strazianti degli sbarchi dei miei connazionnali africani sulle coste italiane pensavo tra me e me, cosa avrebbero pensato e scritto i nostri illustri scrittori e narratori africani come Senghor e altri, se fossero ancora oggi fisicamente tra di noi. Loro che prima di noi avevano varcato le frontiere europee, seppur con motivi diversi cantando l’Africa e raccontando a noi attraverso i loro innumerevoli scritti, libri, saggi e romanzi l’Europa e gli europei. …»

Volti nei cie

NO AI VOLTI UMANI DETURPATI E VIOLENTATI NEI CIE (centri di identificazione e di espulsione).

, in

Questi centri di identificazione e di espulsione da quando sono stati creati ed osannati dai politici per sostenere una erronea idea di immigrazione sostenibile, cioè dal 1998, dall’entrata in vigore dell’accordo di Schengen (1997) sono per molti di noi un grande motivo di preoccupazione. La quale preoccupazione di anno in anno si fà piu’ concreta, piu’ reale superando le soglie di contenimento morale. Noi cittadini immigrati, operatori di sportelli e mediatori linguistico-culturali l’avevamo detto chiaro e tondo senza essere ascoltati. I cpt prima e i cie dopo sono delle vere e proprie prigioni dove sono violati i diritti fondamentali delle persone e dove diversi, migliao di volti sono deturpati, violentati. …»

Locandina Opera teatrale africa in un cassonetto

TEATRO RISTORI, VERONA SABATO 14 SETTEMBRE 2013 ORE 21.00 OPERA TEATRALE: “L’AFRICA IN UN CASSONETTO ».

, in

Questa sera  alle 21 al teatro ristori di Verona, via Teatro Ristori, 07 si recita in  anteprima l’opera  teatrale “L’Africa in un cassonetto” tratto dall’omonimo libro del già vice questore di Verona Gianpaolo Trevisi. Un opera teatrale che vede per la prima volta sul palcoscenico un casting speciale composto da attori poliziotti  del 186 ° corso della Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Peschiera del Garda (Vr) ed attori immigrati  provenienti del mio atelier Nelson Mandela-Joseph Ki-Zerbo e da musicisti di qualità rara.  E’ il risultato di un lungo, difficile ed affascinante lavoro fatto di amicizia, di incontri, di elaborazioni e di confronti tra i diversi protagonisti, il tutto coordinato dalla regia del maestro De Sisto Pasquale. …»

solenni funerali di accompagnamento in Africa Subsahariana

IL SIGNIFICATO DEL LUTTO NELLA CULTURA AFRICANA E I DRAMMI DI LAMPEDUSA

, in

L’ultmo naufragio avvenuto nel Mare Mediterraneo in acque internazionali è stato ieri e anche qui, come una settimana fa, nei pressi di Lampedusa ci sono stati molti morti. I viventi continuano a contare ed ammassare i morti, spesso sfigurati,  senza volti e nomi e questo in attesa della loro sepoltura. Il numero dei morti all’inizio di questo mese di ottobre nel Mediterraneo supera le quattrocento unità. …»

maschera dell'antenato in africa nera

LA FIGURA E IL RUOLO DELL’ANTENATO NELLA CULTURA AFRICANA

, in

Se c’è una personalità che è tanto venerata da occupare un posto centrale nella  visione del mondo africana è proprio quella dell’Antenato. L’Antenato rappresenta l’elemento centrale in tutte le manifestazioni rituali e celebrative della cultura e delle tradizioni africane dell’Africa Subsahariana. Lo si trova nominato e venerato anche dai boscimani in Sudafrica che dai pygmées in Gabon e in Guinea Equatoriale. Di recente ho scoperto nelle mie letture di testi sulla cultura africana molte preghiere recitate dai pygmées in onore degli Antenati, esseri “che toccano il cuore e le membra delle divinità”. Stupendo. …»

conferrenza università 2013

“Valori e conflitti del vivere civile: per un futuro di speranza”. Lunedì, 11 Novembre 2013 ore 17.30-Aula T5 dell’Università di Verona

, in

 Le nostre lettrici e lettori sono calorosamente invitati a partecipare alla Conferenza che si terrà presso il Polo Zanotto, Aula T 5 dell’Università di Verona il prossimo lunedì, 11 Novembre 2013. Essa ha come tema Le Religioni uniscono o dividono? I valori della libertà e della tolleranza. “Valori e conflitti del vivere civile: per un futuro di speranza. Segue il programma e relatori. …»

albero dell'esistenza

LA MEMORIA DI MIA MADRE

, in

Oggi come 6 anni fa, cioè l’11 novembre 2007 moriva la mia madre in Africa nel proprio letto dopo un brevissimo periodo di stacco.  Aveva 80 anni. …»

Permesso di soggiorno

LE DUE TRE COSE CHE CHIEDIAMO ALLA MINISTRA KYENGE OLTRE A QUESTA DOMANDA:PERCHE’ NON HA INSISTITO PER FARE CELEBRARE I FUNERALI DI STATO PER I NOSTRI MORTI A LAMPEDUSA? SAREBBE STATO UN GRANDE ATTO DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA.

, in

Noi cittadini immigrati soggiornanti in Italia abbiamo gioito molto per la scelta di Cécile Kashetu Kyenge a ministra dell’Integrazione e delle politiche giovanili. Insieme alla nostra incontenibile gioia abbiamo anche espresso le nostre vive preoccupazioni che poi personalmente ho consegnato per scritto alla ministra durante il mio colloquio con lei esprimendo a lei la commovente  solidarietà per insulti, attacchi e minacciate ricevuti in seguito alla sua nomina da ministra. …»

sole sul fiume niger

ADDIO SULLA RIVA DEL FIUME (CONSIGLI ESISTENZIALI DI UNA MADRE AFRICANA AD UN FIGLIO )

, in

Il testo che ora leggiamo è il racconto del grande narratore e scrittore maliano Ahmadou Hampâté Bâ (deceduto il 15 maggio 1991 ad Abidjan, Costa d’Avorio) sui consigli e e raccomandazioni che la sua madre Khadija gli ha impartite il giorno della sua partenza dal Mali, la sua terra di origine per l’immigrazione. Questo testo cosi’ denso ed intenso potrebbe anche essere paragonato ad un ritratto a due, madre e figlio. La madre che rimane e il figlio che parte, forse per non rivedersi mai piu”. Questione di attualità. Ma è anche un testo che la dice lunga sui valori comuni che ogni persona, anche un esule possiede e qualche volta coltiva nel segreto della sua esistenza dopo averli ricevuti dai genitori o dai saggi della comunità. …»

Nelson Mandela Madiba

MANDELA RITORNA A QUNU, VILLAGGIO DEI SUOI ANTENATI: UN ALTRA LEZIONE DI VITA

, in

Da ieri il piu’ grande figlio del Sudafrica, il Madiba, il vecchio saggio come viene chiamato l’uomo umile grande che ha cambiato la sorte del mondo, unendo culture, storie, geografie, etnie, religioni, colori della pelle in unica nazione: Rainbow Nation, è ritornato nel suo piccolo ed isolato villaggio di Qunu. Lontano da Johannesburg e da Pretoria. E’ ritornato secondo il suo desiderio piu’ profondo nella comunità , nella terra dove ha ricevuto l’esistenza, l’educazione. Il villaggio dove fu iniziato a guardare il mondo con stupore, curiosità e passione. …»

Africa felice

VENTENNIO AFRICANO: 1994-2014: GLI AVVENIMENTI AFRICANI PIU’ IMPORTANTI DA RICORDARE NEL 2014

, in

Il 2014 è ricco di avvenimenti per l’Africa. Innumerevoli sarebbero gli appuntamenti che l’Africa e gli Africani non devono mancare, ma di questi,  due tre vanno assolutamente segnati nel quaderno degli appunti, il Cahier de notes. Si tratta delle seguenti date: 6, 10 e 27 aprile  e 9 maggio 1994-2014. …»

foglia portata dal vento di Jean-Pierre Piessou

SOLANO TRINDADE: “….Ho fratelli in tutte le parti del mondo…” (Poeta afrobrasiliano).

, in

Colgo quest’attimo di ferma mente e di tranquillità per pensare a tutti coloro che in queste ore stanno lottando contro ogni forma di ingiustizia, di pregiudizio e soprattutto di integralismo e di fanatismo. Colgo quest’istante per pensare a tutte e tutti coloro che in ogni modo si sforzano di trasformare questo nostro mondo disseminato di paure, di odii in un immenso ed accogliente giardino di Primavera dove ogni pianta possa trovare spazio, tempo e ristoro e dove anche una piccola foglia portata dal vento possa sentirsi se stessa. Piessou …»

Ucraina Libera

GRAZIE UCRAINE/I…..GRAZIE PER IL SANGUE VERSATO PER LA LIBERTA’ DEMOCRATICA!

, in

Almeno in queste lunghe ore di attesa della buona Novella, voi siete riusciti a darci non soltanto la buona notizia, ma anche  la Speranza attesa. La speranza del possibile e del buono che vive nelle mani e nel cuore dell’Uomo, di ogni Persona che sogna e che lotta per gli ideali e per gli orizzonti piu’ autentici. Due giorni fa, lo scorso venerdi’ presso l’aula magna dell’Istituto statale Aldo Pasoli di Verona in centinaio tra professori e studenti c’eravamo fermati un minuto di silenzio per ricordarvi e per ricordare i tanti morti della vostra battaglia. …»

sul nilo

Da Juba (Sud Sudan): Lettera di Mattia Giovannini di Santa Maria in Stelle (Verona).

, in

 Ciao a tutti.  Eccomi di nuovo qui a scrivervi. Era giù da un po’ di tempo che mi ero ripromesso di farlo ma nelle ultime settimane sono stato talmente tanto assorbito dal lavoro che non avevo neppure il tempo per pensare. Il rientro in Sud Sudan è stato tranquillo e per quanto possibile normale. Le compagnie aeree hanno ricominciato a volare come i bus a viaggiare e con essi un sacco di merci uomini e donne che avevano deciso di cercare fortuna in uno stato che sta crescendo tra mille difficoltà. …»

Piessou Jean-Pierre a amsterdam utrecht 2007

CANTA LA VITA, CARA MIA AFRICA!

, in

Cara mia Africa, non abbatterti. Canta, danza, sogna, vivi la Vita in ogni suo momento e in tutte le sue dimensioni. Te la meriti. Non sei un continente povero, denutrito,circondato da malattie e dalle moschee puzzolenti. Non sei per una terra di miserabili, di gente in fuga da guerre, carestie, malattie come malaria, aids e quant’altro. Non lasciarti avvolgere dai luoghi comuni di gente pigra, autosufficiente, supponente che non si nutre piu’ di curiosità, di passioni, di desideri e della voglia di vivere e di gioire cantando, leggendo, lavorando e soprattutto prendendo il proprio destino tra le mani. …»

Terra rossa africana a Ouidah di Jean-Pierre Sourou Piessou

ECCOMI FINALMENTE IN TERRA BRASILIANA “OI AMIGOS QUERIDOS”! (da Romina Dusi)

, in

Pubblicchiamo con entusiasmo e contentezza questa bellissima missiva della nostra amica e sorella Romina Dusi che ci scrive finalmente dal Brasile dove è giunta qualche giorno fa. Un lungo sogno suo finalmente realizzato dopo la sua straordinaria esperienza di 365 giorni vissuta con passione e sorriso in mezzo alle popolazioni in Togo circa tre anni fa. A Romina e a quanti da settembre (molti dei suoi amici che hanno seguito il corso di formazione al Centro Unitario Missionario, Cum) sono partiti, esprimo i miei saluti amichevoli e il mio senso di  gratitudine accompagnati dagli auguri di buon soggiorno nei paesi “poveri”, semplici e cordiali. …»

Giovanni-Paolo-II-e-Giovanni-XXIII

DOMENICA, 27 APRILE 2014: I PAPI GIOVANNI XXIII E GIOVANNI PAOLO II, SANTI ED ANTENATI ANCHE PER NOI AFRICANI PER LA LORO VISIONE DEL MONDO!

, in

Il 27 Aprile di quest’anno ci porta a tanti ricordi belli e sicuramente carichi di una certa emozione sia dal punto di vista storico che dei personaggi che essa ritrae come data. Brevemente ricordiamo che il 27 aprile 1994, cioè venti anni fa ci furono le prime elezioni libere in Sudafrica dopo la fine dell’Apartheid. Elezioni stravinte dal Madiba, Nelsono Mnadela da poco passato sull’altra sponda del fiume, nella Comunità degli Antenati (5 dicembre 2013).Quest’anno, il 27 Aprile ci fà un altro bellissimo dono: la canonizzazione di due Papi, i campioni della fratellanza universale e dell’Apertura verso il Mondo, i Popoli e le Culture, cioè  Giovanni XXIII  e Giovanni Paolo II. …»

Appello con foto Piessou

BRING BACK OUR GIRLS & OUR FUTURE (RESTITUITECI LE NOSTRE RAGAZZE E IL NOSTRO FUTURO)!

, in

E’ ora che tutto il mondo, che tutta la Comunità Internazionali, le donne e gli uomini di buona volontà lo dicano senza indugio né tentennamenti: BRING BACK OUR GIRLS&OUR FUTURE, RESTITUITECI LE NOSTRE RAGAZZE E IL NOSTRO FUTURO. …»

gruppo giovani africani di Verona

La forza della coscia viene dall’osso (proverbio dei bahumbu, Congo dem.)

, in

E’ da po’ che non ritorno ai proverbi africani per analizzare o meglio raccontare alcuni aspetti della cultura dell’Africa Nera. In questo senso, oggi ho preso a prestito questo bellissimo detto dei bahumbu del Congo, ex Zaire, ora Congo democratico,”la forza della coscia viene dall’osso per dire che tutti noi siamo collegati alle persone che ci hanno precedutI. …»

FOTO DONNA AFRICANA DEL GOLFO DELLA GUINEA DI DANIELE

UNA DELLE MIE GIORNATE IN GUINEA-BISSAU (PLACIDO SALMA, COOPERANTE).

, in

L’orologio segna l’una di notte, sono da un bel pezzo a letto che sto dormendo quando mi sento chiamare dalle guardie del centro. Mi dicono che una donna gravida aspetta che qualcuno la accompagni a Bambadinca nel Centro di Salute. Mi alzo,mi preparo per uscire, prendo la macchina ed esco. …»

Le immagini cerimonie tradizioni Vodoun foto Piessou

L’IMPORTANZA DEL LUTTO PER UN AFRICANO/A CHE MUORE NEL MEDITERRANEO …

, in

L’ultimo naufragio avvenuto nel Mare Mediterraneo in acque internazionali è stato qualche settimana fa e anche qui, come una settimana fa, nei pressi di Lampedusa ci sono stati molti morti. Poi i trenti e piu’ morti di ieri, quelli che si è potuto contare e che sono gli asfissiati nella stiva del barcone che li portava a Lampedusa o a Pozzalo. …»

gordimer-mandela

BUON VIAGGIO NADINE GORDIMER…(1924-2014)!LA MADRE-TERRA TI SIA LEGGERA.

, in

Nadine Gordimer, la donna, la cittadina sudafricana che ha sfidato e sconfitto con i gesti e le parole la brutta bestia dell’Apartheid ci ha lasciato lo scorso 14 luglio a 90 anni. Il 14 juillet appunto. Non è una data qualsiasi. E’ la data della presa della Bastilles da parte dei rivoluzionari e degli illuministi francesi nel 1789. E’ la data della proclamazione della Liberté, Egalité e Fraternité. Dunque come per un caso o coincidenza la Nadine ha scelto quella data-simbolo della fine delle oppressioni e degli oscurantismi per passare sull’altra sponda del fiume. …»

Le regard africain de loin

L’AFRICA RICORDA: JAMES EMMAN KWEGYIR AGGREY (1875- 30 LUGLIO1927), PIONIERE DELL’EDUCAZIONE

, in

James Emman Kwegyir Aggrey: «  If you play only the white notes on a piano you get only sharps; if only the black keys you get flats; but if you play the two together you get harmony and beautiful music”, in sostanza il pianista puo’ scegliere di percuotere solo i tasti neri o solo i tasti bianchi, ma se suona insieme i due tasti, cioè bianchi e neri insieme ottiene una perfetta armonia e una bella musica. Queste parole furono pronunciate da questo grande educatore d’origine ghanese durante la sua visita in Sudafrica negli anni ’20. …»

Afrique mon Afrique

IL VIAGGIO DI PAOLO VI A KAMPALA, IN UGANDA IL 30 LUGLIO 1969 (BREVE RACCONTO DI MIO PADRE AFRICANO)

, in

Avevo appena 12 anni e vivevo nel mio piccolo villaggio di Datcha-Tchogli quando sentivo raccontare dalla voce del mio venerabile papà Jean-Marie Tossa del viaggio di quest’uomo “bianco”, il Papa cattolico in terra africana di Kampala, Uganda. Uganda, paese già reso famoso per la sanguinosa battaglia di Entebbe engagiata dall’esercito israeliano contro i rapitori dell’Olp (organizzazione per la Liberazione della Palestina) con la complicità del dittatore ugandese N’di Amin Dada per liberare gli ostaggi dell’Air France nel ’77.   …»

carte-afrique-femme-pleure

E SE PIANGE LA MADRE AFRICA…IL MONDO NON RIDE

, in

Le lacrime dell’Africa-Madre, Amica e Sorella stanno a significare le crisi del nostro tempo. Crisi sparse in diversi angoli del mondo. Non sono crisi piu’ solamente le cosiddette crisi di valore, ma sono ora dei veri e propri dolori inflitti alle persone in maniera violenta con fatti di sangue come le violenze delle armi, delle cattiverie delle persone. Di alcune persone che si sentono potenti e se la prendono con altre persone perché povere, disarmate, deboli e fragili e “diverse”. …»

FRANCO ABELA ALLA FOCE DEL MONO E DELL'OCEANO ATLANTICO A GRAN POPO  BENIN

LETTERA DELL’AMICO FRANCO ABELA, COMPAGNO DEL VIAGGIO IN BENIN E TOGO (FEBBRAIO-MARZO 2014)

, in

Caro Jean-Pierre Piessou Sourou, eccoti alcuni articoli per la bella rivista Slysajah.com. Il primo riguarda la nostra iniziativa del  corso di base sulla conoscenza delle culture extraeuropee,in tre anni (Africa,Sudamerica ed Estremo Oriente), iniziato due anni fa proprio con te in quel di Prova di S.Bonifacio,che sta andando veramente bene. …»

SOGNANDO L'AFRICA FOTO DANIELE VERZI

SOGNANDO L’AFRICA DI PLACIDO SALMA*

, in

Quello che sto vivendo è un sogno che si realizza. Per questo devo ringraziare il Signore che, ancora una volta, mi ha dato la prova che è sempre accanto a me.  Per tutti quelli che non credono che i sogni si possano realizzare, la mia è la prova che ciò non è vero. Basta impegnarsi, crederci fortemente e affidarsi nelle mani di Dio …»

Foto scolari beninesi in dialogo con noi in Africa nel 2014

27-29 AGOSTO IN VERONA (IT): INIZIATIVE PROGETTO DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

, in

 Siete calorosamente invitati a Verona dal 27-29/30 agosto a Verona a partecipare alla nostra 3 giorni di iniziativa dialogico-artistiche con gli artisti acrobati della Koinonia Comunity Team di p. Kizito in Kenya e in Zambia. Con questi artisti e tutta la cittadinanza italiana-europea noi inauguriamo ufficialmente la nostra nuova stagione di DIALOGUES, progetto ambizioso che intende riunire attorno alle piazze e luoghi aperti, le cosiddette Agora africani ed europei e loro rispettivi paesi a sciogliere nodi complicati delle questioni che uniscono nel male e nel bene i nostri destini comuni. Segue il programma. Per ulteriore informazione consultate www.monasterodelbenecomune.it oppure nadiaonlus.it   …»

Jean-Pierre Sourou Piessou e Reagan Oduor entrambi artisti narratori del Togo e del Kenya

ALCUNE RICORRENZE AFRICANE DI SETTEMBRE!

, in

Ogni mese porta con se le proprie ricorrenze, specie in Africa. Alcune di queste date di ricordo di qualche evento particolare del continente africano le abbiamo sottolineate in questi mesi. cosi’ come vogliamo fare sul finire di questo mese di settembre 2014: …»

OISEAU D'AFRIQUE ESPOIR

MI SONO RISVEGLIATO! CANTICO POETICO DI LEOPOLD SEDAR SENGHOR IN OMAGGIO AI COOPERANTI E GIORNALISTI CRUDELMENTE DECAPITATI!

, in

Che pena! Che triste pena in questo periodo. Con stupore e sbigottimento il mondo e noi tutti stiamo assistendo in questi mesi ad atti di violenza e morte a dire poco osceni perché crudeli, barbari ed inqualificabili sotto ogni punto di vista chiche si dica. Sto parlando in particolare modo delle scene delle decapitazioni da parte di questo gruppo religioso di matrice islamica chiamato is. …»

dipinti delle cerimonieri della spiritualità Vodoun di Ouidah foto Piessou

DIALOGUES: PERCORSO DI FORMAZIONE SULLA CULTURA AFRICANA

, in

L’Associazione Bertoni per la Cooperazione e lo Sviluppo (ABCS) organizza una serie di tre incontri di formazione sul mondo africano, tenuti da  maître Jean Pierre Piessou, mediatore interculturale che da molti anni vive a Verona, da sempre impegnato a far conoscere l’Africa in tutti i suoi aspetti, storici, culturali, politici, con l’impegno a favore dell’integrazione e della convivenza pacifica dei cittadini …»

Malala

GRAZIE MRS. MALALA YOUSAFZAI, PREMIO NOBEL PER LA PACE 2014!

, in

Due giorni fa il comitato del Premio Nobel per la Pace di Oslo ha assegnato il premio tanto atteso e tanto sperato alla giovane e temprata pakistana Malala Yousafzai e all’anziano cittadino indiano Kailash Satyarthi, entrambi attivisti nella lotta per il diritto all’istruzione, meglio all’Educazione delle bambine e dei bambini. Il nome e il volto piu’conosciuto è quello della Malala che è sopravvissuta alla violenza e alla cattiveria degli oscurantisti, dei cosiddetti talebani …»

realizzazione a cura di